COSA SI INTENDE PER SEMPLICEMENTE FELICE?
Scegliere di vivere la propria vita felicemente come è naturale che sia.
La felicità si trova nella semplicità, accettando questo concetto si inizia a vivere semplicemente felice.
Se il tuo intento è quello di essere felice, allora complimenti sei nel posto giusto.
A CHI E’ DEDICATO QUESTO SITO?
A te che soffri nascosta da una lacrima, a te che il cuore sanguina nell’indifferenza di chi ti ha ferita, a te che stringi i denti e vai avanti nella giostra della solitudine.

mercoledì 14 gennaio 2015

UNA STORIA DA CANI

Solo per due sorrisi ma che siano incisivi


Una brutta mattina con pioggia vento ed un freddo da cani, un cane uscì fuori dal suo canile e disse: “voglio incidere un disco”. L'idea, gli era venuta dal fatto che secondo lui, c'erano tanti cantanti che cantavano da cani, quindi lui che era proprio un cane, perchè non poteva farlo? 

Fu così si mise in cammino alla ricerca di un discografico, cammina, cammina, cammina e cammina, ne incontrò uno, che per fortuna conosceva il linguaggio dei cani, così gli spiegò le sue intenzioni. Il discografico, un uomo dalle larghe vedute, si trovò d'accordo ma gli disse: “ tu non hai neanche un nome, non ti conosce nessuno, devi farti conoscere per prima cosa, va in giro a fare dei concerti e dopo possiamo fare sicuramente dei dischi”. 

A questo punto il cane, si mise alla ricerca di piazze e strade per fare i suoi concerti dal vivo, dopo qualche giorno di cammino, trovò una piazza che faceva a caso suo, fece stampare delle locandine pubblicitarie, le affisse in vari esercizi commerciali e preparò il palco dove cantare. 

La sera del concerto, sul palcoscenico con lui c'erano anche delle ballerine di can can, di fronte la piazza il cane annunciò il titolo del suo concerto “ Mancu li cani in concerto”. Infatti non c'era neanche un cane che stesse ad ascoltarlo, c'erano solo quattro gatti. 

Il cane a questo punto non si perdette d'animo, e andò randagio di piazza in piazza per fare il suo concerto, ma niente non riuscì ad avere successo con il suo “Mancu li cani in concerto”. Per la verità, ne girò molte di strade quel bastardo ma gli andò sempre male, così dopo una cinquantina d'anni che girava, tornò dal discografico con l'intento preciso di incidere un disco a tutti i costi, anche se non era stato capace di farsi un nome. Raccontato tutta la storia al discografico, il cane ormai stanco della vita da cani che aveva fatto, si mise a piangere e intenerì tanto il discografico da convincerlo a fargli incidere un disco. 

Fu così che egli, prese un disco e lo mise in bocca al cane e lo fece girare, il cane con i suoi incisivi, incise il suo tanto sospirato disco. Fatto il disco, ora bisognava venderlo, ma come fare? Al cane venne un'idea l'unico modo per vendere il disco era di pubblicizzarlo! 

Così ogni persona che incontrava, lui voleva far conoscere la sua incisione, e azzannava con i suoi incisivi i polpacci dei malcapitati, convinto che questo fosso un ottimo modo per far pubblicità. Tutto questo, durò fino a quando una persona con un bastone, gli diede un sacco di botte. 

Il cane poverino, si arrabbio, si arrabbio tanto da prendere la rabbia. E' da millenni ormai che il cane va in giro con rabbia a regalare le sue incisioni, visto che nessuno vuole comprarle. Ma chissà perchè nessuno lo capisce, eppure lui nelle sue incisioni ce la mette proprio tutta, e lascia fino in fondo i segni dei suoi incisivi. 

Speriamo per il bene del cane, che un giorno finisca per trovare un pubblico adatto al suo genere di musica. Vi voglio dire il titolo della sua ultima incisione caso mai vorreste ascoltarla o sentirla dal dal vivo, per me, questo titolo calza proprio a pennello al nuovo pezzo di questo cane, infatti il titolo è “ Can che abbaia non morde”.

1 commento:

  1. "nessun commento" è il commento più pietoso che puoi avere.

    RispondiElimina