COSA SI INTENDE PER SEMPLICEMENTE FELICE?
Scegliere di vivere la propria vita felicemente come è naturale che sia.
La felicità si trova nella semplicità, accettando questo concetto si inizia a vivere semplicemente felice.
Se il tuo intento è quello di essere felice, allora complimenti sei nel posto giusto.
A CHI E’ DEDICATO QUESTO SITO?
A te che soffri nascosta da una lacrima, a te che il cuore sanguina nell’indifferenza di chi ti ha ferita, a te che stringi i denti e vai avanti nella giostra della solitudine.

martedì 12 maggio 2020

INTERVISTA ALL'AUTORE

Nei giorni scorsi mi è stata fatta un'intervista da una nota blogger e oggi è stata pubblicata. Ve la presento: https://arghiroculture.blogspot.com/2020/05/maggio-dei-libri-2020-marcello-argento.html
                            

                                                   Maggio dei libri 2020 
Marcello Argento 
Intervista all'autore

Dodicesimo appuntamento con il Maggio dei libri 2020.
Oggi ho una sorpresa per tutti i miei lettori fan di Marcello Argento, perché l'autore ha accettato di rilasciare una nuova intervista per il blog.






















martedì 5 maggio 2020

NON HO MAI IMPARATO A SCENDERE DALLE NUVOLE SARÀ PERCHÉ HO PAURA DELLE SCALE

Dicono del mio quarto libro: "Non ho mai imparato a scendere dalle nuvole  Sarà perché ho paura delle scale"



Linda Di Canio‎ a Marcello Argento

“...ai sognatori come me, a chi crede che la vita sia un sogno da realizzare, a chi resta bambino dentro pur prendendosi le sue responsabilità...” questo è l’incipit con il quale Marcello Argento ci introduce in questa nuova e fantastica avventura, alla ri-scoperta di quel bambino che siamo stati e che nel diventare adulti spesso dimentichiamo che egli alberga sempre dentro di noi. 

Recuperarlo aiuta a conoscerci meglio, a dare un nome e anche un volto a inquietudini o al bisogno irrefrenabile di fare qualcosa che è fuori del nostro modo di essere, oppure per dare pace al bisogno di amare, di attenzione, insomma a quei sentimenti spesso censurati da raffinate tecniche di pensiero. 
Marcello Argento però con il suo personaggio apre il cuore a coloro che si addentrano nella storia e lo fa con lo stesso estremo candore che caratterizza un fanciullo. 
Come sempre descrive in maniera dettagliata e particolareggiata le scene dove si ambienta il racconto: il Salento! 
Per me che sono pugliese, il racconto scritto con una tecnica scorrevole e di facile lettura, diventa un viaggio nel cuore della mia terra, facendomi percepire suoni e profumi che la caratterizzano. 
Grazie Marcello Argento per la tua storia...continua ancora a farci sognare!

mercoledì 22 aprile 2020

MARCELLO ARGENTO (lo scrittore che fa un po' ridere)



Scrivo storie che fanno sognare e che fanno sentire bene chi le legge.

Il mio intento è quello di promuovere la mia concezione di vita.
Sono super convinto che la vita debba essere vissuta con passione, con gioia e con soddisfazione.  

Per questo motivo, da qualche anno pubblico libri divertenti e ironici, che fanno sorridere e donano gioia ai lettori.

Immagina ora di leggere storie scritte con “leggerezza” e semplicità, storie ruspanti e genuine, che fanno sorridere adulti e bambini.

Potrei anche dire storie elementari, perché elementari sono le parole che uso. Lo faccio perché mi piace essere compreso da tutti, anche dai bambini, beninteso che è proprio al bambino che è in ognuno di noi mi riferisco.

Avrai già compreso, (ne sono sicuro) che è al tuo inconscio che mi rivolgo quando scrivo le mie storie fantastiche.

Faccio sorridere, certo! Ma faccio anche pensare con la mia scrittura, perché in fondo, nei miei libri, parlo della vita, dei suoi paradossi  e di come viverla al meglio già da subito.

Mi prefiggo l'obbiettivo di scrivere parole che entrino nell'animo di chi le legge, che ispirino ad un contatto diretto con me, anche solo spirituale.

Deve essere qualcosa di affascinante, di entusiasmante, che colpisca il cuore e anche la mente, che faccia sobbalzare, che lasci senza parole e senza fiato.

Ho giusto ora la penna a portata di mano, ho l'ispirazione pronta che scalpita e vuole uscire per esprimere al meglio la mia visione di vita e mi piacerebbe che sia anche la vostra.

Che faccio, la lascio andare, le do modo di espandersi come olio sulla carta, di procedere, di vibrare e attraverso lo scritto farla giungere a voi? Sii, eccola! Ho voglia di godere della vita e voglio dirlo forte anche a voi.

La vita è una cosa meravigliosa se vissuta in un certo modo.
La meraviglia della vita è quella di ritrovarsi, di riconoscersi di immedesimarsi in ogni cosa bella che esiste nell'universo. 
Di sentirsi parte integrante e importante di ogni splendore, di essere e non di avere, perché ogni avere è dell'essere.

La meraviglia della vita siete voi, siamo noi. Non ci resta dunque che stupirci e meravigliarci dell'essere meraviglia.

Ho una preghiera da fare proprio a te, permettimi di stupirmi e meravigliarmi della tua meravigliosa bellezza.
Grazie infinite e mille sorrisi.